3 Condivisioni

Un brand, per quanto forte, spesso ricorre al restyling dal suo logo all’immagine coordinata. Vediamo insieme perché e quando è consigliabile farlo.

Restyling del brand

Cosa si intende per Restyling

Per restyling si intende la modifica del proprio logo con immagine coordinata annessa. Questa modifica può intervenire solo sui colori, sui font o su entrambi, senza però stravolgerlo del tutto, sopratutto se si tratta di brand già avviati e ben consolidati.
Quindi, mettere mano al logo sì, ma tenendo bene in mente di non doverlo cambiare troppo o confonderemo i nostri clienti di vecchia data!

Quando effettuarlo?

Essendo il logo la parte visiva cruciale di un brand, è bene che rimanga curato e al passo con i tempi. Negli anni infatti un logo, per quanto ben strutturato, tende a invecchiare poiché cambiano mode, trend e tecnologie.
Prima o poi ogni brand ricorre a una sorta di “ritocchino” estetico del logo e dell’immagine coordinata.

Altro motivo per effettuare un restyling del proprio logo è se questi non riesce più ad esprimere appieno il tuo brand, se guardandolo non lo trovi in linea con lo stile odierno (semplicemente perché magari ha più di una decina d’anni).

Benefici di un buon Restyling:

I benefici di un corretto restyling del brand sono molteplici. Prima di tutti, conformando il brand alle nuove tendenze, risulterai sicuramente aggiornato e quindi più affidabile.
Riuscirai anche ad adattarlo alle nuove tecnologie di comunicazione che sono sempre in evoluzione, ma anche poter aprire la comunicazione a nuovi segmenti di mercato!

Se viene effettuato in maniera corretta poi, gli svantaggi calano drasticamente a zero. Chi già ti conosceva riconoscerà nel nuovo logo un’evoluzione del precedente, più in linea con l’evoluzione del mercato e dei valori del tuo brand. Chi invece non ti conosceva potrebbe essere attratto dall’aggiornamento visivo del nostro marchio e avvicinarsi ai nostri prodotti e servizi.

Esempi di brand consolidati e dei loro restyling

Algida

La differenza dal 1998 al 2003 è minima: cambiano i colori e il font, sicuramente molto diverso dall’originario del 1946!

Plasmon

Anche la Plasmon ha fatto ricorso al Restyling del suo logo nel corso degli anni. Il logo odierno è molto lontano dall’originario del 1904, mentre tra il 2009 e il 2018 la differenza è minima.

E tu hai mai fatto un restyling del tuo brand?
Facci sapere nei commenti com’è andata!

3 Condivisioni

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta", permetti il loro utilizzo.

Chiudi