zara_negozio_e-commerce_westfield_londra

La catena di negozi di moda Zara ha compiuto un grosso passo avanti decidendo di aprire in tutti i propri flagship store dei corner esclusivamente dedicati all’e-commerce. Obiettivo? Risolvere uno dei più grandi dilemmi che si trova ad affrontare chi desidera acquistare capi online: il fatto di non potersi trovare il capo in questione davanti, non poterne apprezzare il tessuto, valutarne con esattezza la taglia e la vestibilità.
La strategia dietro è ovviamente volta ad integrare la vendita tradizionale con quella online, strategia destinata a diffondersi con molta probabilità in tempi brevi presso tutte le grandi catene.

Com’è fatto il nuovo negozio Zara?

La rivoluzione comincia dall’Inghilterra in un pop-up store di 200 metri quadri all’interno del mall di Westfield Stratford, nella zona est di Londra, che sarà poi sostituito da un mega store di 4500 metri quadri all’interno dello stesso mall, attualmente in ristrutturazione.
Stile minimal da boutique di lusso, linee essenziali, alberi di ulivo con gli abiti di una scelta selezionata delle linee uomo e donna appesi su stand da showroom, mentre il resto della gamma di moda è visibile a video.

Il processo d’acquisto

La strategia di integrazione tra il concetto tradizionale di vendita e quello del commercio online passa attraverso l’assistenza di personale qualificato che all’interno dello store supporta il cliente nella scelta dei capi di abbigliamento e della taglia, e lo guida attraverso le varie fasi dell’ordine, fino al pagamento che avverrà tramite la app di Zara o Wallet in modalità Bluetooth.
Il cliente, una volta scansionato l’oggetto desiderato utilizzando la radio tecnologia di identificazione di frequenza (Rfid), potrà eseguire l’ordine con l’assistenza del personale fornito di dispositivo mobile, abbinandolo eventualmente ad una serie di altri capi, complementi ed accessori automaticamente suggeriti dal sistema.
Per gli ordini eseguiti prima della pausa pranzo sarà disponibile il ritiro in giornata, per quelli effettuati oltre tale orario, il ritirò avverrà nel giorno successivo.

Inoltre, sempre nell’ottica di incrementare l’utilizzo degli acquisti online facilitando le procedure per il cliente, il nuovo store sarà dotato di un punto di raccolta ordini automatizzato, in grado di ricevere gli ordini effettuati sul sito Zara.com e di gestirli attraverso l’impiego di un robot dinamico che si muove attraverso un piccolo magazzino con la capacità di gestire 2.400 pacchi contemporaneamente, per rendere disponibile il ritiro per il cliente in tempi ridottissimi.

Cosa pensi di questa integrazione tra offline e online?
Faccelo sapere nei commenti in fondo alla pagina!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *