Abbiamo già parlato dell’importanza del suono nei video. Una cosa fondamentale però è la sua qualità. Per cui oggi vedremo come migliorare l’audio nei video.

migliorare l'audio nei video

Immagina un video con una persona che parla seduta, realizzato in qualità eccelsa, visto su uno schermo con prestazione altissime, ma con un audio distorto. Magari con molto rimbombo e con musiche che coprono buona parte delle parole dello speaker.
Ora immagina lo stesso video con una qualità inferiore, magari leggermente al buio, ma con un audio perfettamente intellegibile. È molto probabile che il primo video sarà skippato quasi subito dall’utente. Al contrario, il secondo probabilmente sarà visto per buona parte, se non per intero.

Se si fanno video professionali, è molto probabile che sia prevista la presenza di un tecnico l’audio. Questi riprende il suono a parte con un audio registratore digitale e un microfono adeguato all’esigenza. In montaggio, poi, sincronizzerà il segnale audio con quello video durante la cosiddetta post produzione.

Ma cosa puoi fare se ci sei solo tu e devi realizzare il tuo video col cellulare? Ecco alcune accortezze per migliorare l’audio nei video “fatti in casa”.

La stanza

Una stanza con pareti completamente lisce o comunque sgombre da oggetti sarà una stanza con molto rimbalzo sonoro, che creerà un riverbero. Quel riverbero potrebbe non essere percepito dalle nostre orecchie, ma sarà percepito dal microfono, anche quello del telefono. Non si tratta di isolare la stanza acusticamente, bensì di essere in un ambiente dove ci sono magari poche finestre (il vetro è liscio) e possibilmente molti mobili sulle pareti.
Per esempio se hai una stanza con dei libri è l’ideale, perché questo crea una irregolarità delle pareti che spezza l’onda sonora.

Il microfono

Aiuta avere un microfono molto direzionale. Spesso è più che sufficiente il microfono dell’auricolare in dotazione con il nostro telefono, ma volendo esistono microfoni per videocamere. Sono piccoli e applicabili sui cellulari. Migliorano poi di molto la qualità di ripresa del suono con un costo solitamente abbordabile.
In questo modo non apparirai in video con le tue cuffiette.

L’audio all’esterno

Uno dei problemi che si riscontrano se si registra un video in esterna, magari in centro urbano, è il fatto che ci sono molti più rumori ambientali. Per un gioco di frequenze, il rischio è che la nostra voce venga coperta dai suoni dell’ambiente (un mezzo di trasporto che passa, una sirena, ecc.).
A meno che non ci si trovi in un bosco, magari da soli, in assenza di vento, sarebbe bene evitare di fare questa tipologia di video parlando direttamente.
Diverso è se, ovviamente, si vuole mettere un voice over (una voce fuoricampo) che può essere registrata a posteriori.

Il livello del suono

Se vuoi impostare il volume della tua voce, il modo migliore è evitare che si distorca, ossia che sia gracchiante. Questo avviene solitamente perché il volume del segnale audio (ossia ciò che entra dal microfono) è troppo alto.
Come si fa allora a regolare la voce?

Ci sono molte app che misurano il volume, ma spesso i cellulari hanno già una app di registrazione audio che puoi usare per osservare il meter, ossia quello strumento che osserva il segnale di ingresso. Anche molte fotocamere lo hanno, ma qui ipotizziamo un video registrato col cellulare.
Oppure semplicemente fai un video di prova, lo riascolti con le cuffie e, se il suono ti pare troppo forte (o troppo basso), rifai il video. Tieni conto che eventualmente è possibile tirare su il suono in post produzione, ma non è possibile (o almeno è molto difficile) sistemare un suono distorto perché troppo forte.

Il tipo di suono

I microfoni interni di fotocamere e cellulari, così come i microfoni esterni degli auricolari dei cellulari, in generale sono fatti per riprendere il suono della nostra voce. Quando per esempio si riprende della musica dal vivo, la qualità del segnale è molto spesso pessima. Questo perché una band, un aereo, o tutte quelle cose che generano rumore forte, hanno bisogno di un tipo di registrazione diversa che, in generale, non può essere fatta con il cellulare.

I microfoni delle videocamere hanno un volume regolabile, ma sono comunque fatti solo per avere un riferimento in fase di sincronizzazione. Il microfono del cellulare (o dell’auricolare) sebbene il volume sia tarabile è, nella stragrande maggioranza dei casi, troppo piccolo (si parla proprio delle dimensioni) per ricevere una pressione sonora alta come ad esempio quella di una band musicale. Soluzioni? Allontanarsi dalla sorgente sonora.

E se non riesci a migliorare l’audio nei video?

Come abbiamo detto, tra un audio incomprensibile e un video meno definito, sceglieremo il video meno definito se porta dei vantaggi audio. Se non riesci a migliorare l’audio nei video, l’unico mio consiglio spassionato è: rinuncia al video! Troverai un modo diverso per raccontare quell’evento!

Hai mai pensato a migliorare l’audio dei tuoi video? Come lo registri di solito?
Faccelo sapere nei commenti in fondo alla pagina!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *